La bottiglia di Leida

Questo articolo accompagna il video “La bottiglia di Leida”. Si tratta di un antico contenitore di elettricità, il primo condensatore elettrico della storia. Fu inventato da Von Kleist in Pomerania nel 1745, e indipendentemente da Musschenbroek in Olanda nel 1746.

Leggi l'articolo completo

Parole chiave: , , ,

Elettricità (+) e (-)

Questo articolo accompagna il video “Elettricità (+) e (–)”. Nel video si mostrano diversi esperimenti che si possono fare con un palloncino di gomma. Il palloncino è l’equivalente a basso costo del “tubo di vetro”, uno strumento molto usato nel ‘700 per gli esperimenti elettrici.

Leggi l'articolo completo

Parole chiave: , ,

Il tubo elettrico

Philadelphia, 1747. In quel tempo gli Stati Uniti d’America non esistevano, c’erano “Tredici Colonie” dipendenti dall’Inghilterra.
E dall’Inghilterra un signore americano, il tipografo Benjamin Franklin, ricevette un regalo. Franklin aveva quarant’anni ed era molto attivo, aveva fondato la biblioteca e la caserma dei pompieri nella sua città.

Leggi l'articolo completo

Parole chiave: ,

La bolla d´idrogeno

Piccoli grandi esperimenti

 

Nel 1782 Tiberio Cavallo, un professore napoletano emigrato a Londra, fece una lezione alla Royal Society con esperimenti davvero carini. Gonfiava piccole bolle con il gas idrogeno, che allora si chiamava aria infiammabile, e le faceva salire per la stanza.
Noi possiamo reinventare questo esperimento con materiali semplici. Nel bulbo di una pipetta di plastica facciamo cadere un pezzettino di nastro di magnesio, e poi versiamo un po’ di aceto o di succo di limone.

Leggi l'articolo completo

Parole chiave: , , , , , , ,

La mia casa era sempre piena di gente

Presentiamo un breve testo di Benjamin Franklin, tratto dalla sua autobiografia (1791). Franklin racconta la sua iniziazione allo studio dell’elettricitià, grazie agli esperimenti con i tubi di vetro. Egli concepì anche una serie di esperimenti e gadget, come le campanelle elettriche o il motore elettrostatico, che senza dubbio incuriosivano e appassionavano.

Leggi l'articolo completo

Parole chiave: , ,
Questo sito fa uso di cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Proseguendo con l'uso del sito dai il consenso al loro utilizzo. OK Voglio saperne di più